la via dell'artista

perCorso di sblocco creativo: le pagine del mattino

Continuiamo il perCorso di sblocco creativo.
Come è possibile capire se siete creativamente bloccati? L’invidia è un indizio eccellente. Provate risentimento verso qualche artista o creativa che conoscete? Vi sorprendete a dire a voi stessi “potrei fare di meglio se solo…”

Sentite che avete qualcosa da dire e da fare ma non sapete da che parte iniziare?

Per iniziare bisogna soprattutto mettersi in un ottica di pensiero positiva dove
-basta pensare che è troppo tardi per cambiare;
-basta aspettare di aver fatto abbastanza soldi per pensare di dedicarsi a quello che veramente si ama;
-basta pensare e dire a se stessi che i sogni non contano e che bisogna essere ragionevoli;
-basta pensare che forse gli amici e i parenti potrebbero prenderci per pazzi;
-basta pensare che la creatività è un lusso per pochi, tutti lo siamo!
Dentro di noi c’è un piccolo artista che ha bisogno di protezione a amore da parte nostra.

Julia identifica due strumenti fondamentali, da utilizzare con costanza durante tutto il percorso, che dura 12 settimane!

Le pagine del mattino e l’appuntamento con l’artista.

Per “pagine del mattino” si intende la pratica di scrivere almeno 3 pagine di quaderno ogni mattina, appena svegli, quando ancora i pensieri frullano nella testa senza ordine, quando ancora siamo a contatto col mondo notturno.
Si può scrivere davvero tutto quel che passa per la testa e servono sia per mettere ordine che svuotare la mente da pensieri ingombranti (oddio è mattino e ora ho tutta la giornata davanti con i mille impegni e i mille pensieri ansiosi di ogni giorno…) ma anche per porre domande esistenziali che l’inconscio potrà elaborare e a cui potrà dare una risposta magari il mattino successivo. Potete scrivere il sogno che avete appena fatto o la lista della spesa che dovrete fare nel pomeriggio.

Io nel farle ho trovato un grande aiuto proprio nello svuotare la testa e partire con la giornata meno carica di ansie e preoccupazioni.
Sono solo da scrivere, non leggetele mai, se non a distanza di mesi! Solitamente sono scritti negativi, frammentari  e ripetitivi. A volte anche un po paranoici!
Non serve essere di umore giusto per scriverle! Scrivetele e basta!
Le pagine del mattino aiutano a mettere il proprio “Censore” da parte. Il proprio se critico che ci dice in continuazione che non abbiamo fatto abbastanza e mai troppo bene. Ritorneremo più avanti sul discorso di “censore”.
Le pagine del mattino aiutano a nutrire il nostro artista bambino.

Dunque….scrivete qualunque cosa fino a riempire tre pagine ogni giorno. Scrivetele per una settimana e poi mi raccontate come vi sentite, se è cambiato qualcosa, se vi piace farle o no.

La prossima settimana vi parlerò invece dell’altro strumento che è l'”appuntamento con l’artista”, ci sarà da divertirsi!!!

Please follow and like us:
social

agenda analogica o digitale?

 
Organizzazione é la parola che mi assilla in questi giorni.

Siamo ai primi giorni dell’anno e molte amiche creative hanno postato bellissimi post sulle agende, fantastiche, che utilizzeranno durante l’anno.

Io sono una apple dipendente e da quando posseggo l’ipad, circa da 3 anni, mi sono completamente digitalizzata trasferendo tutte le cose che solitamente scrivevo su un’agenda, su delle App.
Uso il calendario di google, l’elenco dei contatti per la rubrica e per segnare i compleanni (ecco perché mi ricordo i compleanni di tutti voi) Springpad per segnare su taccuini singoli varie note; il ristorante o l’osteria buona ed economica a Milano o a Bergamo oppure la mia whislist o quella di mio marito o l’elenco delle mostre o dei posti da andare a visitare quest’inverno.
Senza parlare poi di Pinterest o di Penultimate, un’app che simula un taccuino dove poter prendere appunti come se stessi scrivendo col dito su un quaderno. Lí ho disegnato come vorrei il mobile che vorrei sostituire in bagno.
Completamente digitalizzata insomma.

Poi nelle mie serate di navigazione, spulciando un sito di co-founding ho trovato questo progetto che trovo nella sua semplicitá geniale!

 baron fig

Un quaderno per le idee, si ritorna a scrivere tutto………..

Mi é piaciuta subito l’idea poi pigra come sono ho lasciato perdere fino a quando si é presentata in questi giorni la necessitá di avere una nuova agenda.

Mi son chiesta se andare avanti come al solito in modo digitale, dove non serve neppure cambiare quaderno perché nel digitale l’anno nuovo non segna l’apertura di una nuova app o il cambio del calendario, semplicemente si aggiunge un nuovo giorno a quello vecchio, si cambia semplicemente visualizzazione, sempre gli stessi colori e stessa grafica!!????!!?! oppure partire con un’agenda nuova?

Credo che scrivere sia “terapeutico” e non voglio più perdere questa occasione. Neppure per fare l’elenco delle caramelle che più mi piacciono!

Ho voluto aggiungere un grado di difficoltà in più: invece che acquistarne una pre-impostata, inspirata da una ricerca su pinterest, voglio provare quest’anno a farne una personalizzata e organizzata da me.
Come ha fatto questa ragazza per il suo planner mensile.

 the perfect planner
Così in un posto solo posso programmare il blog, le cose creative, il pranzo, la spesa e i pensieri che mi frullano in testa!

E magari ci aggiungo anche un calendario con le faccine.

 mood planner

Fantastico no? Potete scaricarlo gratuitamente anche voi!

E voi come vi organizzate? Anche voi maniache dell’organizzazione??
Digitali o analogiche??

Vi abbraccio
Anna

Please follow and like us: