la via dell'artista

La via dell’artista: recuperiamo la forza

Sono imperdonabile, lo so, sto scrivendo il post relativo all’ottavo capitolo de “La via dell’artista” con una settimana di ritardo! Chiedo perdono!

Il rientro dalle vacanze al mare è stato più faticoso del previsto: subito al lavoro per il Festival dell’Handmade a Verona con l’idea di studiare una nuova struttura per l’esposizione, ho dipinto cassette e studiato come meglio esporre ceramica bianca e argilla. Il risultato mi è piaciuto molto, ed è piaciuto anche a chi è venuto a farmi visita. Sono soddisfazioni!

Speravo in un rientro più soft, col tempo per programmare gli ultimi 4 mesi dell’anno, per iniziare a pensare a nuove creazioni per Natale e per rimettermi a studiare marketing e target, ma niente, rientro strong con ritmi impegnativi e per di più con la mia salute un po’ traballante.

8-dopo-perdita-coccole

Gli esercizi del capitolo otto mi hanno aiutato a scavare nel profondo, a ricordare i traumi e le perdite sul lato artistico, ma non solo, subiti durante la mia infanzia. Ho capito da dove arriva la mia super autocritica e il mio continuo autocontrollo oltre che alla mia totale mancanza di sens of humor (ho anche creato una maglietta su Teeser con la scritta “keep kalm and non l’ho capita”) Julia Cameron dà però anche gli strumenti per superare questi traumi: coccole al tuo artista bambino, tante coccole.

8-passi-da-formica

A piccoli passi, tenendo bene a mente l’obiettivo finale.

Completate in modo sincero questa frase “In un  mondo perfetto, mi piacerebbe segretamente essere un……..” e stupitevi del risultato.

Io, scrivendo di getto ed ascoltando il mio artista interiore, ho capito che vorrei passare meno tempo davanti al computer e sui social e più tempo tra la ceramica e l’argilla in un laboratorio mio, con una classe di artisti bloccati che vogliono entrare in contatto con la propria parte bambina per riaprire la vena creativa sopita, un po’ come fa Eric Landon a Copenhagen che ha creato il brand Tortus…ha uno stile bellissimo, un laboratorio bellissimo….quest’anno nel suo lab ha tenuto un corso a una decina di persone arrivate direttamente da New York! E a fine settembre va lui a NY per fare dei corsi! Cioè…..il sogno!!!!

Ho ancora tanta strada da fare e ho ancora tanti rifiuti e tanti traumi da elaborare, ma sicuramente avendo chiaro l’obiettivo da perseguire, la strada sarà più facile.

E voi? Qual’è il vostro vero obiettivo? Ci avete mai pensato seriamente? Avete mai liberato la fantasia e fatto parlare il vostro artista bambino?

Possiamo parlarne insieme nel circolo sacro che ho creato su facebook, vi aspetto lì!

Please follow and like us:
la via dell'artista

Buone vacanze con creatività

8-creatività nel momento

 

Buone vacanze a tutti voi che mi seguite sul blog! Siete sempre di più e ne sono davvero contenta!

Il capitolo ottavo de “La via dell’artista” me lo leggerò spaparanzata in spiaggia, col venticello e il rumore del mare di sottofondo.

Se volete comunque seguire le mie avventure vacanziere (mio marito non resiste molto in spiaggia quindi qualcosa si inventerà!) qualche foto su instagram pubblicherò di sicuro!

Auguro anche a tutti voi delle felici e riposanti vacanze! Oltre che far riposare il fisico direi che potrete approfittarne per far riposare lo spirito e il modo migliore è di darvi alla noia e alla creatività!!!

Vi aspetto nel “Circolo Sacro” con tanti spunti di riflessione grazie ai meme che pubblico con le citazioni di Julia Cameron mentre ci rivediamo qui il 31 agosto per una riflessione più approfondita sul capitolo 8 e su come sono andate le vacanze.

 

Please follow and like us: