social

agenda analogica o digitale?

 
Organizzazione é la parola che mi assilla in questi giorni.

Siamo ai primi giorni dell’anno e molte amiche creative hanno postato bellissimi post sulle agende, fantastiche, che utilizzeranno durante l’anno.

Io sono una apple dipendente e da quando posseggo l’ipad, circa da 3 anni, mi sono completamente digitalizzata trasferendo tutte le cose che solitamente scrivevo su un’agenda, su delle App.
Uso il calendario di google, l’elenco dei contatti per la rubrica e per segnare i compleanni (ecco perché mi ricordo i compleanni di tutti voi) Springpad per segnare su taccuini singoli varie note; il ristorante o l’osteria buona ed economica a Milano o a Bergamo oppure la mia whislist o quella di mio marito o l’elenco delle mostre o dei posti da andare a visitare quest’inverno.
Senza parlare poi di Pinterest o di Penultimate, un’app che simula un taccuino dove poter prendere appunti come se stessi scrivendo col dito su un quaderno. Lí ho disegnato come vorrei il mobile che vorrei sostituire in bagno.
Completamente digitalizzata insomma.

Poi nelle mie serate di navigazione, spulciando un sito di co-founding ho trovato questo progetto che trovo nella sua semplicitá geniale!

 baron fig

Un quaderno per le idee, si ritorna a scrivere tutto………..

Mi é piaciuta subito l’idea poi pigra come sono ho lasciato perdere fino a quando si é presentata in questi giorni la necessitá di avere una nuova agenda.

Mi son chiesta se andare avanti come al solito in modo digitale, dove non serve neppure cambiare quaderno perché nel digitale l’anno nuovo non segna l’apertura di una nuova app o il cambio del calendario, semplicemente si aggiunge un nuovo giorno a quello vecchio, si cambia semplicemente visualizzazione, sempre gli stessi colori e stessa grafica!!????!!?! oppure partire con un’agenda nuova?

Credo che scrivere sia “terapeutico” e non voglio più perdere questa occasione. Neppure per fare l’elenco delle caramelle che più mi piacciono!

Ho voluto aggiungere un grado di difficoltà in più: invece che acquistarne una pre-impostata, inspirata da una ricerca su pinterest, voglio provare quest’anno a farne una personalizzata e organizzata da me.
Come ha fatto questa ragazza per il suo planner mensile.

 the perfect planner
Così in un posto solo posso programmare il blog, le cose creative, il pranzo, la spesa e i pensieri che mi frullano in testa!

E magari ci aggiungo anche un calendario con le faccine.

 mood planner

Fantastico no? Potete scaricarlo gratuitamente anche voi!

E voi come vi organizzate? Anche voi maniache dell’organizzazione??
Digitali o analogiche??

Vi abbraccio
Anna

Please follow and like us:

2 thoughts on “agenda analogica o digitale?”

  1. io da quando ho preso il cellulare….ho detto adio alle mille agendine varie che poi non trovi cmq mai un numero perhcè non sai su quale agendina lo hai segnato. poi è arrivato lo sartphone ed allora ho iniziato anche ad usare l'agenda ( non dimentico quasi mai un compelanno), dove tutte le scadenza hanno un allarme ed è comodissimo ( poi accade che l'allarme è alle 10.00 ma in quel momento sei impeganto, rimandi, rimandi…..ed alla fine io dimentico!)
    per impegni di lavoro e appuntamenti uso l'agenda comune dell'ufficio…digitale ( integrata in un programma di gestione interno)
    amo scrivere….ma per l'agenda preferisco ancora il digitale

  2. ciao! Anche io non potrei più fare a meno dell'agenda su smartphone! ma se devo pianificare a lungo termine, magari un progetto creativo, ho scoperto che scrivere con la penna, magari stilografica, mi aiuta un sacco!!! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *